F.A.Q. Secondaria

Si ricorda alle famiglie che possono visionare sul sito della scuola il PTOF (Piano triennale dell’offerta formativa) del nostro Istituto. Il PTOF è un documento programmatico e informativo nel quale si evidenziano l’offerta formativa della scuola e le strategie per attuare i propri fini educativi e formativi.

Per aiutare però le famiglie nella delicata fase delle iscrizioni online, tenuto conto dell’emergenza sanitaria che impedisce di fatto la visita alle scuole, è stato approntato questo elenco di f.a.q. per rispondere ad alcune delle domande più frequenti.

L’istituto organizza le lezioni dal lunedì al venerdì, dalle ore 08.00 alle ore 14.00 per un totale di 30 ore settimanali di 60 minuti. Chi opterà per l’Indirizzo Musicale dovrà frequentare anche due ore pomeridiane il cui orario sarà definito a cura dei docenti di strumento, per un totale di 32 ore settimanali.

Sono previsti nell’arco della mattina, due intervalli ricreativi.

Negli anni scolastici scorsi c’è sempre stato servizio mensa facoltativo, purtroppo quest’anno la mensa è stata sospesa a causa dell’emergenza Covid.

Ci sono sette corsi completi, dalla sezione A alla sezione G, di cui tre con francese come seconda lingua e quattro con spagnolo seconda lingua.

La scuola è dotata di molteplici ed ampi spazi: oltre ad un ampio Auditorium e alla palestra vi sono due laboratori di arte, un laboratorio di musica, un laboratorio di scienze, un’ampia biblioteca.

Quest’anno scolastico, purtroppo, a causa dell’emergenza Covid, i laboratori sono stati adattati ad aule per accogliere le classi più numerose. Speriamo fortemente di poter ripristinare prima possibile i laboratori e la biblioteca.

Si, il laboratorio di informatica è rimasto inalterato ed è stato dotato di nuovi PC. Le classi si recano nel laboratorio per attività mattutine, previa prenotazione, durante lo svolgimento di diverse discipline.

Tutte le aule sono dotate di LIM.

I docenti adottano un’ampia varietà di metodologie didattiche innovative, tali da soddisfare gli stili di apprendimento di tutti gli studenti e da favorire, da un lato, la valorizzazione delle eccellenze, dall’altro lo sviluppo e il consolidamento delle competenze previste anche da parte di alunni con difficoltà di apprendimento. L’approccio didattico è prevalentemente mutuato dall’utilizzo di nuove tecnologie consentito dalla presenza di LIM in tutte le aule e da un’aula di informatica.

Assolutamente, si. Il Consiglio di classe, dopo aver visionato tutta la documentazione necessaria, predisporrà un Piano di Studio Personalizzato per l’alunno. Tale piano sarà condiviso con le famiglie e potrà essere modificato nel corso dell’anno scolastico o negli anni scolastici successivi a seguito dell’acquisizione di nuove valutazioni.

Oltre alle tre ore settimanali di inglese, è previsto lo studio di due ore della seconda lingua comunitaria a scelta tra spagnolo e francese. Le sezioni di lingua francese fruiscono in più di ore di insegnamento in compresenza con una docente madrelingua   titolare di cattedra.

La scelta della seconda lingua andrà inserita nella domanda di iscrizione.

Per le classi prime e seconde, sono previsti interventi (con costi totalmente a carico della scuola) di conversazione con docente madrelingua che affianca i docenti di lingua inglese e spagnola, durante alcune ore di lezione del mattino. Tali interventi di potenziamento sono temporaneamente sospesi per l’emergenza sanitaria in atto.

La scuola organizza, solo per alunni delle classi terze, corsi di preparazione per il conseguimento delle certificazioni: KET (inglese), DELE (spagnolo), DELF (francese). I corsi si svolgono in orario pomeridiano e sono rivolti a piccoli gruppi di alunni. Il corso di preparazione per il DELF è gratuito e sostenuto dalla docente di potenziamento: le famiglie corrispondono il solo costo della tassa di esame. Per KET e DELE invece sia il corso, che la tassa di esame, sono a carico delle famiglie che sono tenute a corrispondere costi comunque contenuti.

I docenti di lingue hanno più volte partecipato a scambi culturali con paesi europei, in seno a progetti promossi dall’Unione Europea. Lo scorso anno è stato, inoltre, realizzato uno scambio culturale tra un gruppo di alunni meritevoli delle classi terze ed una classe di una scuola belga.

Il recupero è svolto costantemente durante le lezioni mattutine. Vengono proposti corsi di recuperi pomeridiani di matematica e italiano.

Oltre al potenziamento delle discipline curricolari svolto durante le ore mattutine, nel corso del terzo anno, sono proposti ai ragazzi due corsi facoltativi di potenziamento pomeridiani: latino e fisica/chimica. I corsi sono tenuti da docenti interni della scuola.

Nel nostro Istituto le attività di orientamento per la scelta dell’indirizzo scolastico-educativo superiore, vengono effettuate nel secondo e terzo anno. Le classi seguono percorsi motivazionali e formativi guidati, oltre che dai loro insegnanti, da esperti esterni. Inoltre la scuola si occupa di favorire gli incontri fra gli alunni e gli istituti presenti sul nostro territorio, tramite attività di open-day e calendarizzazione di eventi.

Quest’anno scolastico gli incontri con gli esperti esterni sono stati svolti a distanza.

La sigla “PON” sta ad indicare “Programmi Operativi Nazionali”.

Tali programmi sono finanziati dalla Commissione europea per favorire la parità economica e sociale di tutte le regioni dell’Unione Europea. Con tali fondi negli anni scolastici scorsi e, a distanza, anche durante questo anno scolastico, sono stati finanziati molti corsi extracurricolari quali: Idroponica Farm, Competenze di base Ortocircuito, Educare alla creatività digitale, Pensiero computazionale e cittadinanza digitale.

Tutti gli anni si svolge il concorso letterario interno. E’ organizzato dai/dalle docenti di lettere dell’Istituto.

L’Istituto aderisce inoltre alle Olimpiadi della Matematica proposto dall’Università Bocconi di Milano.

Si, vengono tenuti corsi di alfabetizzazione a cura del Comune di Firenze. Tali corsi si tengono in orario scolastico in piccoli gruppi di livello. Gli operatori seguono i ragazzi non italofoni per far acquisire loro le competenze linguistiche al fine di un migliore inserimento nelle classi.

Sì, ogni anno viene attivato uno sportello psicologico rivolto ad alunni, genitori e docenti.

Lo psicologo opera direttamente e fisicamente nella scuola per svolgere interventi specifici mirati al contenimento del disagio e alla promozione del benessere di tutti gli utenti della scuola.

Oltre alle tematiche svolte all’interno dell’educazione civica, numerose sono le attività proposte per contrastare tali episodi. La scuola svolge attività in collaborazione con forze dell’ordine e particolare attenzione viene posta alla collaborazione con la polizia postale per rendere i ragazzi consapevoli al corretto utilizzo del web.

Gli organi collegiali hanno deliberato un regolamento di comportamento e disciplina che tutti i docenti attuano e che gli alunni sono tenuti a rispettare; contestualmente le famiglie condividono, all’atto dell’iscrizione il patto educativo di corresponsabilità.

L’Istituto è provvisto dei seguenti regolamenti: regolamento di disciplina, regolamento visite guidate e viaggi di istruzione, regolamento uso palestra, regolamento laboratorio di informatica, regolamento scambi culturali, regolamento didattica digitale, regolamento protocollo Covid.

La comunicazione avviene attraverso diversi canali:

– il sito della scuola, canale ufficiale rivolto sia alle famiglie che agli utenti del territorio;

– il Registro elettronico, piattaforma on-line che permette ai genitori di seguire l’andamento scolastico dei figli (voti, assenze, argomenti svolti, compiti, schede di valutazione…) e di ricevere le comunicazioni dalla scuola in tempo reale;

– mail istituzionale e telefono della scuola;

Ogni docente ha un’ora settimanale di colloquio con i genitori e nell’arco dell’anno scolastico si svolgono due ricevimenti generali pomeridiani. I genitori prenderanno appuntamento sempre attraverso il registro elettronico. Quest’anno, a causa dell’emergenza Covid, i ricevimenti sono stati svolti a distanza per via telefonica o attraverso collegamento Meet.

F.A.Q. Indirizzo Musicale

A questo link potete trovare il nostro regolamento, con molte informazioni utili!

https://www.comprensivobeatoangelico.edu.it/regolamento-musicale/

Ci sono ben sette strumenti differenti: Flauto Traverso e Clarinetto (strumenti a fiato), Violino e Violoncello (strumenti ad arco), Pianoforte, Chitarra e strumenti a Percussione (batteria..ma non solo!)

La richiesta di ammissione all’indirizzo musicale va indicata in fase di iscrizione alla scuola secondaria, spuntando la casella apposita. È consigliabile inserire nella domanda anche gli strumenti preferiti, che saranno comunque indicati dagli alunni anche al momento del test orientativo-attitudinale.

Sì, è prevista una prova orientativo-attitudinale, solitamente divisa in prova scritta, prova orale e colloquio motivazionale. Il test si svolge presso la scuola secondaria dell’I.C. “Beato Angelico” dopo la chiusura delle iscrizioni e prevede alcune prove pratiche e di ascolto per le quali NON È NECESSARIO CONOSCERE LA MUSICA!

Durante il test, al momento del colloquio, il ragazzo può segnalare se suona già uno strumento, da quanto tempo o, anche, se semplicemente possiede uno strumento musicale. Ricordiamo però che saper già suonare, conoscere la musica o avere già uno strumento a casa non è assolutamente necessario o vincolante ai fini dell’ammissione.

Le lezioni si svolgono in orario pomeridiano, presso la scuola secondaria. Gli alunni sono impegnati per DUE LEZIONI ALLA SETTIMANA: una lezione individuale o a piccoli gruppi e una lezione collettiva.

Le lezioni INDIVIDUALI si svolgono in orario DA CONCORDARE CON IL PROPRIO INSEGNANTE all’inizio dell’anno scolastico.

La lezione COLLETTIVA (orchestra o musica d’insieme) ha un orario fisso, e si svolge il MERCOLEDÌ POMERIGGIO (per le classi Prime, ad esempio, l’orario della lezione collettiva è il mercoledì dalle 14.30 alle 15.30).

Sì. Ogni anno, presso l’Auditorium della scuola, vengono organizzati saggi con l’orchestra e saggi individuali delle singole classi di strumento. Gli alunni dell’Indirizzo musicale avranno inoltre la possibilità di partecipare a concorsi, rassegne, e ad eventi pubblici sul territorio, anche in collaborazione con altri istituti ad Indirizzo musicale.

I posti disponibili ogni anno sono circa 6/7 per ogni strumento, per un totale di poco più di 40 posti. Qualora le domande di iscrizione superino il numero dei posti disponibili, gli alunni non immediatamente ammessi all’indirizzo musicale saranno inseriti in una lista d’attesa e verranno contattati nel caso in cui si liberi un posto a seguito di rinunce o trasferimenti.

Sì. La rinuncia è ammessa prima dell’inizio delle lezioni, è sufficiente comunicarlo in Segreteria tramite una e-mail.

No. Una volta inseriti nella classe di strumento, la frequenza è obbligatoria per l’intero triennio; lo Strumento musicale è una vera e propria materia curricolare, con il voto in pagella.

Sì. Gli alunni che frequentano l’indirizzo musicale, all’esame di terza media, eseguono uno o più brani musicali adeguati al livello raggiunto